Torta raw di carote e zenzero

 Si riparte!

Riprendo il mio diario di bordo e rieccomi in Italia: Firenze!

Un saluto particolare al sud America che mi ha ospitato con grande affetto… grazie! Sono entrato in un viaggio senza fine mi ripeto, e ne sono felice. Un cammino che piano piano si alimenta da solo, ma ci devi credere, altrimenti non vai da nessuna parte diceva un mio caro amico. Certo il mio entusiasmo ne fa da padrone, non potrebbe esser diverso visto il mio essere. Però forse ha ragione Luisa, che entrando nel ristorante dove lavoro adesso, esclama: Tu sei matto, ma ci sei riuscito, eccoti qui! Grazie per essermi passata a trovare cara amica mia! Lasciato il certo per l’incerto oggi penso, che sicurezza avevo ieri? Oggi mi accompagno alla voglia di vivermi il presente perchè è mio! Domani chissà, oggi sono qui e mi piace quel che faccio! Ognuno giustamente ha la sua strada, ma credo sia un peccato star lì ad aspettare che qualcosa accada. “Sveglia” diceva un cartello un giorno a Milano, ed aveva ragione… vivere di speranza o di amara illusione che senso ha? Allora prendi il tuo gettone, che sia la tua vita vera però, e sali sul treno senza paura.. potrà andar male? Chissà… ma è peggio vivere di illusioni che non averci provato mai, questo è !

Ingredienti:

  • 1 kg carote
  • 250 g mandorle
  • 120 g di uvetta
  • 3 Cucchiai succo agave
  • 1 limone grattuggiato
  • 1 cucchiaino vaniglia in polvere
  • 1 pezzetto di zenzero
  • 1 pizzico di sale marino
  • 1/2 tazzina di acqua

Per la base:

  • 150 g noci
  • 250 g datteri
  • 2 Cucchiai sciroppo di agave

Preparazione:

Iniziamo a preparare la base, quindi in un mixer frullo le noci fino a ottenere una farina, dopodichè inserisco i datteri ed inizio a frullare aumentando di grado fino a velocità massima. Verso lo sciroppo di agave e lavoro fino ad ottenere un impasto piuttosto compatto. Ottenuta la base della torta, con le mani umide, la stendo dentro una tortiera con cerniera (idealmente di diametro 20) . Terminato di stendere uniformemente la base della nostra torta, risciacquo il mixer e mi dedico al resto della ricetta. Quindi lavo le carote e tagliate grossolanamente, le verso dentro il frullatore. Aumento costantemente la velocità, fino ad ottenere un lavorato piuttosto granuloso. Verso il risultato in una terrina da cucina e con lo stesso procedimento, frammento le mandorle insieme all’uvetta. Ultimato quest’ultimo passaggio, unisco al mixer le carote precedentemente lavorate, insieme a tre cucchiai di succo di agave e rilavoro per legare bene il tutto. Quindi, mentre il mixer lavora a velocità ridotta, completo la ricetta inserendo uno alla volta gli ultimi ingredienti. Quindi gratto la buccia limone, spremo lo zenzero precedentemente grattugiato, ed infine aggiungo un pizzico di sale, un cucchiaino di vaniglia in polvere e mezza tazzina di acqua. Frullo il tutto ancora pochi minuti, quindi stendo all’interno della teglia sopra la base precedentemente lavorata. Faccio addensare in frigo per minimo 2 ore , quindi servo la torta guarnita con frutta di stagione.
Buona festa 🙂
4 Comments
  1. Ma questa ricetta é deliziosa! Da provare sicuramente…. quindi ora se ho capito bene sei per un pó a Firenze? Che trottola!!! A presto,
    Marianna.

    1. ciao Marianna come stai? Firenze mi ha rapito ed eccomi qui . Vediamo quanto duro :>
      Prova questa torta… facile e buona! farai un figurone vedrai :). Ciao buone vacanze!

  2. …gli ingredienti li ho tutti, io ci provo!!! Grazie per questa bella ricetta e come sempre per le parole ricche di entusiasmo e di energia positiva!! Silvia

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *